Aglianico caratteristiche e origini

L'Aglianico ha origini antichissime. Già dal VII secolo a. C. si hanno notizie della produzione di questo vino rosso da parte dei Greci che lo esportarono successivamente in Italia. Il vino Aglianico è ottenuto dall'unione delle uve Aglianico, principale vitigno a bacca nera del Sud d'Italia (Campania e Basilicata) e aggiunta del 15% di Piedirossoin dialetto chiamato "Per'e Palummo", piede di Colombo, interessanti uve a bacca rossa autoctona. I vigneti per la produzione dell'Aglianico si trovano prevalentemente su terreni argillosi a 400 m s.l.m. Il vitigno aglianico, tuttavia, si adatta molto bene anche a terreni collinari vulcanici e calcarei e sopporta bene il freddo. Il colore dell'Aglianico è rosso rubino ed è un vino dai profumi fruttati e floreali. L'Aglianico è un vino da invecchiamento e si abbina bene con cibi quali carne e formaggi. Dal vitigno Aglianico si produce il Taurasi, il cosiddetto Barolo del sud.

Scheda tecnica

Uva

Aglianico e Piedirosso -vol. 12%

Altitudine dei vigneti

400/500 s.l.m.

Origine delle uve

Grottolella - Montemarano

Caratteristiche organolettiche

Vino rosso rubino, prodotto con 85% di Aglianico e 15% di uva Piedirosso.

Va servito ad una temperatura di 16 ° / 18 ° C.

Abbinamenti

Vino particolarmente adatto ad accompagnare piatti tipici della cucina regionale, in particolare arrosti, selvaggina e formaggi stagionati.

FATTO CON AMORE E PASSIONE